Nogata: la prima meteorite vista cadere

La notte del 7 aprile del 3° anno di Jogan ovvero il 19 maggio dell’861 secondo il calendario Giuliano il cielo di Nogata in Giappone (33° 43′ 30″N, 130° 45′ 0″E) fu illuminato da un abbagliante flash accompagnato da una forte detonazione. Il giorno dopo alcuni abitanti del villaggio nell’accertarsi di

quello che era accaduto la notte precedente trovarono una roccia di 472 g in un buco del terreno, prodotto dall’impatto della roccia con il suolo. Dal giorno del suo ritrovamento questa strana rocca è stata  custodita nel tempio scintoista di Suga Jinja in una scatola di legno dove è incisa la data del ritrovamento. Nonostante l’incisione sia di un’epoca più recente, non si conoscono altre informazioni sul questa meteorite, e il racconto e la data incisa sulla scatola sono ritenute corrette.

temple_nogataTempio di Suga Jinja (http://www.encyclopedia-of-meteorites.com/meteorite.aspx?id=16988)

nogata_daillier1Nogata e il suo contenitore di legno (http://www.encyclopedia-of-meteorites.com/meteorite.aspx?id=16988)

Gli scienziati Masako, Murayama, Yabuki e Okada furono informati alla fine di ottobre del 1979 che nel tempio di Suga Jinjia era custodita una roccia di 472 g che poteva essere una meteorite.

La scoperta di Nogata ha tolto il primato di essere stata la prima meteorite  (ufficiale) vista cadere ad Ensishem (127 kg, condrite ordinaria L), vista cadere in Alsazia il 7 novembre 1492.

Furono Masako, Murayama, Yabuki e Okada a studiare per primi questa misteriosa roccia e a stabilire che fosse una meteorite e in particolare una condrite ordinaria. Loro la classificarono Nogata come una condrite ordinaria LL, questa classificazione è stata rivista nel 2000 infatti oggi Nogata è una classificata come condrite ordinaria L.

I gruppi di condriti ordinarie sono 3 e sono conosciuti come H, L e LL. Se vi ricordare a colpire Ann Hodges fu proprio una condrite ordinaria H. Le condriti ordinarie sono le più abbondanti (circa l’87% del totale delle meteoriti classificate).

-Scusa ma queste lettere H, L e LL che vogliono dire?

H sta per high, alto, e L sta per low, basso.

Le condriti ordinarie H hanno il più alto contenuto in ferro totale. Il ferro si trova principalmente sotto forma di metallo (10% del volume della roccia*).

Le condriti ordinarie L hanno un contenuto di ferro totale più basso. Il metallo costituisce il 5 vol.%.

Le condriti ordinarie LL hanno un contenuto di ferro totale ancora più basso delle condriti L ed anche un basso contenuto in metallo (2 vol.%).

In realtà ci sono anche altri parametri per distinguere queste 3 gruppi di condriti e appena possibile vi farò un confronto fotografico così che sarà ancora più facile imparare a distinguerle.

*si scrive sempre % in volume o vol.%, ma si tratta di stime basate sull’osservazione della superficie. Ci sono varie tecniche per determinare le abbondanze in volume come per esempio le stime “occhio-metriche” (che hanno l’errore maggiore, ma sono utili in prima analisi) e diverse tecniche di analisi di immagine su immagini al microscopio ottico o elettronico.

Annunci

Pubblicato il 1 ottobre 2013, in Curiosità meteoritiche con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 4 commenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: