Le prime 24 ore in Base

28/11/12 ore 21:41

Bene sono trascorse le prime 24 ore in base. Abbiamo iniziato a familiarizzare con i luoghi e con gli addetti alla logistica.

P1100155Tra tutti i luoghi della base sicuramente il b

ar è uno dei più frequentati 😉

Siamo stati “all’atelier” antartico (magazzino del vestiario) a fare un po’ di “shopping per l’inverno” (qualche calzettone in più, sottoguanti, anorak). Abbiamo preso anche il materiale da escursione/montagna (termos, piccozza, sacchi a pelo, ramponi…) che in gran parte ci servirà per il campo remoto.

Oggi abbiamo avuto 3 riunioni: la prima di presentazione del capo base e degli organi logistici principali della base, la seconda per coordinare l’attività scientifica, e la terza con Bruno (capo della sala operativa) per organizzare delle nostre attività a lungo e a breve termine.

Avevamo avanzato la proposta di andare domani in campagna che purtroppo non è stata accettata, nonostante questo stanno lavorando anche per noi. Infatti, domani sono previsti due voli per il trasporto del carburante per il rifornimento degli elicotteri in aree prossime a quelle di nostro interesse. Tutte le nostre mete sono distanti oltre 100 miglia il che comporta la necessità di fare rifornimento e uscire sempre con due elicotteri.

Qui alla base il tempo è stato veramente bello oggi. Io sono uscita perfino in tuta, mi sono messa la giacca giusto per scrupolo. Dopo le 7 abbiamo fatto una breve passeggiata nei dintorni della base e ho anche fatto una capatina in palestra. Non ci sono molti attrezzi però qualcosa si riesce a fare. Domani riandrò considerato che non siamo in escursione.

P1100139Monte Melbourne visto dalla Base Mario Zucchelli, in primo piano Delta Bravo uno dei 4 elicotteri a disposizione della base.

Non sto riuscendo a mettermi in contatto con Giovanni. Mi sa che lo chiamerò al cellulare, pazienza, ma lo voglio sentire. Ho fatto la fila per Skype, ma non era collegato, nonostante gli avessi mandato una mail per dirgli di stare connesso dalle 9 in poi della mattina. Forse non l’ha letta? Ma queste email arriveranno a destinazione? E soprattutto perché non ricevo risposte da nessuno? Domande a cui nessuno di noi può rispondere, ahimè neanche i tecnici. Riproveremo e non disperiamo. Ora va su per tentare di chiamare con la Yabba* poi farò un po’ di esercizi di inglese e infine una doccia… Speriamo di riuscire ad avere notizie di e soprattutto da Giovanni. Se riesco a contattarlo vi aggiorno!

22:40

Bene gente, dire che sono riuscita parlare con Giovanni sono parole grosse, ma per lo meno abbiamo chattato e ci siamo visti per 10 minuti tramite Skype. Non capisco perché non riusciamo a parlare con Skype, sarà sicuramente colpa del suo computer. Comunque ora mi sono rasserenata ho sentito anche lui ed è tutto apposto. Ho anche già fatto la doccia e ora scarico le foto e provo a fare un paio di esercizi di inglese. Massimo a mezzanotte vado a letto.

Agnese

*scheda telefonica neozelandese, la telefonata viaggia via radio fino alla base neozelandese e da li via satellite fino alla Nuova Zelanda, quindi all’Italia, che bel giro, ovviamente c’era sempre un po’ di ritardo

Annunci

Pubblicato il 28 novembre 2013 su Agnes in Antartide. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: