Tantissimi Auguri di Buon Natale

Tantissimi Auguri di Natale!!!

Oggi posto la pagina del mio diario scritta un anno fa dal continente di ghiaccio.

Dopo un anno lontano da casa le focacce della nonna, le 12 ore di preparativi per il pranzo, le corse per finire presto e i tanti regali e la gioia di stare con la propria famiglia devo dire che ci volevano proprio.

Ancora auguri e buona lettura

25/12/12 ore 9:07

Buon Natale, il primo lontano da casa. Credo che per questo lo ricorderò tutta la vita. Ma non è dal Natale che voglio iniziare oggi… anche perché bho non è che ieri mi sia piaciuto… sembrava un capodanno.

Voglio iniziare il racconto di questa ultima settimana o meglio dalle ultime 3 uscite: Miller Butte + Frontier Mountain (18); pomeriggio a Frontier  Mountain (21); Allan Hills con i coreani (24). Con queste 3 uscite abbiamo iniziato a familiarizzare veramente con il clima antartico, col vento e  col freddo. Soprattutto ieri con 30 nodi e -25° Allora si che ti accorgi perché questo è un posto inospitale, abitato da strani esseri goffi (foche e pinguini) solo lungo le coste. Il cuore di questo continente invece non conosce vita, il vento soffia, sposta la neve e cambia il panorama rapidamente. Quello che c’era un minuto prima ora non c’è più. Così come i tuoi passi, cancellati nel giro di pochi istanti dal vento, che vento. Un vento che ti fa volare e perdere per sempre una meteorite appena conquistata, un vento che fatichi a camminare. La raccolta sta andando bene anche se ho perso il conto 😉

P1100585 Dall’elicottero

P1100558 Frontier Mountain

P1100577 Piccola meteorite a Frontier Mountain

P1100578Gli effetti del freddo (me).

P1100589 Iceberg in lontananza dall’elicottero

P110058Le navi dei coreani dall’elicottero. Quella più piccola arancione mi ha riportata in Nuova Zelanda.

Scesi dall’elicottero Luigi ci ha detto: “Benvenuti in Antartide”. Eh già qui in base sembra Courmayeur, oggi un po’ di vento e un po’ di freddo ma niente di che. Un niente di che qua ma che sul plateau rende impossibile volare. Infatti, oggi era prevista la seconda uscita con i coreani. Il mal tempo è probabile che durerà per qualche giorno, speriamo di no anche perché questo potrebbe complicare un po’ il nostro piano B già complicato.

Piano B infatti… il campo remoto vi starete chiedendo, no? Già un lontano ricordo, un’esperienza che avrei davvero voluto vivere. Dormire in tenda nel cuore di questo continente di ghiaccio, ci confidavo molto. Speriamo di poter ritornare in Antartide e fare un campo remoto. Anche perché so già che mi mancherà. Credo che questo continente o ti entra nel cuore o lo odi. E io credo che il bianco a perdita d’occhio abbia fatto breccia nel mio cuore. Mi piace! Mi mancherà… il mal d’Antartide. Ma comunque se sarà veramente così avrò la conferma solo al mio rientro. Penso che la cosa che mi affascini di più sia la compresenza di pace e serenità nel guardare il bianco, le montagne, le strutture scolpite dal vento, gli snow drift e il pericolo il vento che sfiora i 300 km/h, i crepacci… Tutto questo è davvero affascinante.

Ma non divagare Agnese, anche se il piano B non è quello che volevo, bisogna accontentarsi, rispettare il mal tempo rispettare gli incedenti e ringraziare che non si sia fatto male nessuno.

L’incidente al Twin-Otter ha richiesto più tempo di quanto previsto, infatti la faccenda era più grave di quanto preventivato. Ieri dopo 10 giorni di lavoro sembra che abbiano finito, ma McMurdo è chiusa per le feste quindi un ritorno al piano A è fuori discussione. Il piano B prevede delle uscite giornaliere da qua (4 esattamente) con i Coreani. Ieri è stata fatta prima e si sperava entro la fine dell’anno di fare anche la seconda. Poi prevede 3 giorni a Scott Base per raggiungere le Dry Valley e dei viaggi in Twin-Otter per raggiungere almeno un paio di località più più a sud (ovvero quelle dove saremmo dovuti andare dal campo remoto). Ma considerate le mille variabili credo che sarà difficile rispettare già il piano B… Staremo a vedere.

Qui in base di sta organizzando il pranzo di Natale, sono nella stanza cinema dove non si fuma. Ora vado a cercare il doc perché credo che mi si siano gonfiate delle ghiandole sotto le orecchie. Vediamo che dice…

Agnese

Il pranzo di Natale in Base.

P110060 P1100608

Passeggiata natalizia con foche, slittino fai-da-te (sacco immondizia) e visita ai meccanici e piloti del Twin Otter.

P1100643 P110062 P110065P1100637 copy P1100634

Annunci

Pubblicato il 25 dicembre 2013 su Agnes in Antartide. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: