Deh quant’è pesa! Puntata #1

Uno dei momenti più belli di quando facciamo delle conferenze sulle meteoriti è quando alla fine dopo aver parlato per diversi minuti diamo la possibilità di prendere con mano queste rocce così affascinanti che hanno fatto un viaggio straordinario prima di approdare sulla Terra. Il primo (toscano) a prendere in mano una meteorite metallica puntualmente esclama: “Deh! Quanto è pesa!!”.

met matalliche sindaco Foto della Conferenza di Cascina: il Sindaco prende in mano una meteorite metallica.

Sicuramente le meteoriti metalliche sono quelle che più rimangono impresse nella memoria per il fatto di essere formate da solo metallo, per essere così pesanti, per sembrare degli specchi se ben lucidate e infine perché toccando una meteorite metallica è come se si toccasse il nucleo del nostro pianeta…

met metalliche Meteoriti metalliche, sulla destra Gebel Kamil tagliata e lucidata, al centro e sul lato destro due fettine lucidate e attaccate con acido nitrico (il perché nella prossima puntata).

Sono molto legata alle meteoriti metalliche perché il mio primo incontro ravvicinato con le meteoriti è avvenuto proprio con una meteorite metallica. Forse sarò  un po’ di parte, ma scrivendo questo post mi sono accorta che diventava molto molto lungo e per questo motivo ho deciso di dividerlo in due puntate.

Pronti per iniziare questo viaggio nel mondo delle meteoriti metalliche? Si parte!

Le meteoriti metalliche sono composte prevalentemente da leghe metalliche di ferro e nichel. Il contenuto in nichel delle meteoriti metalliche può variare dal 5% in peso fino al 60%, le meteoriti metalliche con contenuti di nichel maggiori di 20% sono molto rare.

frequenza iron meteorites In questo istogramma di frequenza abbiamo il contenuto in nichel delle meteoriti metalliche contro il numero di meteoriti metalliche. Notiamo che le meteoriti metalliche più comuni hanno valori di nichel compresi tra il 5% e il 10% se guite da quelle tra 10% e 15%.

Vi ricordate questo puzzle (lo trovate anche qui)? In questo puzzle sono raffigurati tutti i gruppi di meteoriti metalliche fino ad oggi conosciuti. Per convenzione ognigruppo comprende un minimo di 5 meteoriti. Tutte le meteoriti che non appartengono a questi gruppi sono dette anomale o ungrouped. Su 1085 meteoriti metalliche oggi conosciute ben 116 sono classificate come ungrouped (ultimo accesso oggi 24 gennaio 2013).

irongroupClassificazione delle meteoriti metalliche

Ma perché i gruppi di meteoriti metalliche hanno questi strani nomi? Questa classificazione è il risultato del miglioramento delle conoscenze sulle meteoriti metalliche acquisite negli anni. La prima classificazione chimica risale al 1957 quando un certo signor Lovering e i suoi collaboratori individuarono 4 gruppi I, II, III, IV sulla base dei contenuti in gallio e germanio (I quello con i più alti, IV quello con i più bassi).

Circa 15 anni dopo il giovane Wasson e i suoi collaboratori notarono che utilizzando dei diagrammi elementi in traccia (come gallio, germanio, iridio, oro) contro nichel le meteoriti metalliche si raggruppavano in ben 13 gruppi (il più numeroso è il IIIAB con ben 294 meteoriti). Anziché rinominare i gruppi ai numeri romani sono state aggiunte delle lettere dalla A alla G. I gruppi con due lettere sono il risultato dell’unione di due precedenti gruppi. Il IAB-complex è indicato da due “salsicciotti” perché questo gruppo è il risultato di due precedenti gruppi: IAB e IIICD.

Ir vs Ni Esempio di uno dei diagrammi realizzati da Wasson e utilizzati per la classificazione delle meteoriti metalliche. In modo particolare questo è il diagramma iridio contro nichel. L’irido è un elemento in traccia del nostro Sistema Solare e le sue concentrazioni sono espresse in parti per milione ovvero se abbiamo una roccia con 1ppm di iridio allora in un milione di grammi di questa roccia avremo 1 g di iridio. 

Perché con questi nuovi grafici si notano questi particolari e cosa significano? La risposta sta nel fatto che non tutti gli elementi sono amici allo stesso modo, e quindi cristallizzando il solido metallico che si forma si arricchirà o impoverirà progressivamente di certi elementi.  Quindi ogni gruppo di meteoriti rappresenta un nucleo di un corpo differenziato che “nasce” povero di nichel e ricco di iridio e che progressivamente si arricchisce in nichel e si impoverisce di iridio. Per questo motivo questi gruppi sono chiamati anche magmatici. Per conoscere qualcosa in più sul frazionamento degli elementi leggete: “Alcuni elementi sono più amici di altri“.

drawingFase di formazione di un nucleo metallico. Il corpo fonde e forma dei liquidi immiscibili quello metallico più denso affonda al nucleo. Questo modello è ritenuto quello più plausibile per la formazione dei gruppi magmatici.

Alt! Questo discorso è vero per tutti gruppi tranne il IAB-complex e il IIE due che per questo motivo vengono chiamati non-magmatici. La loro genesi di questi gruppi è complessa e ancora dibattuta.  L’ipotesi più accreditata per spiegare l’origine di queste meteoriti metalliche è quella di impatti violenti in grado di fondere e differenziare una porzione della superficie di corpi genitori non differenziati. Northwest Africa 6583 appartiene a questa seconda categoria.

ac91-0193Immagine artistica di un impatto catastrofico sulla Terra. Eventi di questa portata erano comuni nelle prime fasi della formazione del Sistema Solare.  

-.-.-.-.-.-.-. Fine della prima puntata -.-.-.-.-.-.-. per la seconda click qui!

Annunci

Pubblicato il 24 gennaio 2014, in Qualche nozione con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 7 commenti.

  1. Avrei un paio di domande da totale profano della materia, riguardo questo sistema di classificazione. Come hai descritto, raggruppamento delle meteoriti metalliche si basa su dati quantitativi verificabili (Ir/Au/Ge/Ga e gli stessi vs Ni).
    1) Applicando questo criterio a tutte le meteoriti come possono alcune a risultare “ungrouped”? I loro contenuti sono anomali? Non sono stati verificati?
    2) Alcuni gruppi si sovrappongono. Su che basi sono classificate quelle meteoriti che cadono in queste aree?
    Spero di non essermi perso nulla di evidente!
    Grazie!
    Complimenti per il blog!

    Davide

    • Ciao Davide,
      1) Le “ungrouped” costituiscono oltre il 10% delle meteoriti metalliche. Queste sono state analizzate per tutti o per lo meno i principali elementi in traccia, ma non ricadono in nessuno dei gruppi definiti dai diagrammi Ir/Au/Ge/Ga vs Ni. Alcune possono essere simili ad altre e formare duo (2 membri) o grouplets (3 o 4 membri). Quando 5 meteoriti avranno composizioni simili o descriveranno un trend allora potranno essere promossi a gruppi.
      2) In caso di sovrapposizioni si ci basa sulle evidenze strutturali e mineralogiche. Queste evidenze saranno oggetto della seconda puntata sulle meteoriti metalliche (che sarà pubblicata nei prossimi giorni) ;).
      Grazie per i complimenti

      Agnese

  2. Tutto molto chiaro. Dal mio punto di vista è problematico un sistema classificativo che ammetta tali pesanti sovrapposizioni… Ad ogni modo aspetto impaziente la seconda parte della storia prima di dire fesserie!
    Thanks!
    Davide

  1. Pingback: Deh quanto è pesa! Puntata #2 | agnesearth

  2. Pingback: La scala delle meteoriti | agnesearth

  3. Pingback: Meteoriti e Religioni – 2. Gli indiani e la meteorite | agnesearth

  4. Pingback: Le meteoriti di Bel Paese | agnesearth

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: