Eureka! Trovati frammenti della meteorite del bolide di Murmansk (Russia)

Quando viene avvistato un bolide molto luminoso, magari accompagnato da una detonazione è assai probabile che questo sia prodotto da un meteoroide sufficientemente grande da poter formare una meteorite o di più frammenti di meteorite. I tempi tra l’avvistamento di un bolide e il ritrovamento possono essere assai variabili, in funzione soprattutto della densità abitativa dell’area che determinerà il numero delle osservazioni e anche la possibilità che qualcuno abbia filmato il bolide. Più numerose sono le osservazioni più facile sarà restringere il campo della “caccia”.

Negli ultimi anni sono state implementate delle reti di osservazione dei meteoroidi in diverse località del mondo. Queste reti di telecamere permettono di monitorare l’arrivo di meteoroidi e di stabile con una maggiore precisione la zona di caduta di una meteorite. E’ grazie a una di queste reti, la Finnish Fireball Network, che un gruppo di ricercatori e appassionati di astronomia e meteoriti finlandesi, russi, norvegesi e della ceci sono stati in grado di restringere l’area di caduta del meteoroide responsabile di un bolide che ha illuminato i cieli della penisola di Kola lo scorso 19 aprile. E’ stato stimato che la massa iniziale del meteoroide fosse di 500 kg. Durante l’attraversamento dell’atmosfera oggetti di queste dimensioni possono perdere fino al 90% della loro massa iniziale.

Due video del bolide di Murmansk

Kola-fireball-Kuva-Mikko-Suominen_CelestiaANNO-580x387 Traiettoria del bolide e area di caduta della meteorite. Fonte: http://www.universetoday.com/112907/eureka-kola-fireball-meteorites-found-in-russia/ Credit: Kuva Mikko Suominen

La zona battuta dai cacciatori del bolide di non era molto favorevole alle ricerche essendo paludosa, tuttavia dopo una settimana di ricerche sono stati recuperati due frammenti: uno di 120 g e un’altro di 48 g. Dalle prime analisi si tratta di una condrite ordinaria. Non è escluso che si possano trovare altri frammenti, dopo che ieri è stata divulgata ufficialmente la notizia dei primi ritrovamenti durante la conferenza internazionale “Asteroids, Comets, Meteors 2014”. Alla meteorite verrà probabilmente dato il nome di Annama, dal nome del fiume che scorre vicino al luogo del ritrovamento.

20140701meteorit Frammento di 120 g.

Trascorsi i primi 6 mesi del 2014 il bilancio delle meteoriti viste cadere è di 4, le prime due sono state viste cadere a febbraio in Argentina e in Kenia non sono ancora state classificate ufficialmente, la terza è la meteorite coreana, nonché soprannominata “regalo di compleanno“. Qui potete trovare l’elenco di tutte le meteoriti viste cadere anno per anno http://www.galactic-stone.com/pages/falls.

Annunci

Pubblicato il 3 luglio 2014, in Curiosità meteoritiche con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: