“Pausa” italiana

Dopo una settimana e un giorno eccomi nuovamente a Pisa. Sarà una sosta breve, ma sicuramente più lunga dell’ultima. Domenica prossima parto per la terza e ultima tappa di questo intenso mese di scuole e congressi. Dovrò cercare di sfruttare al massimo questi 4 giorni, con massima priorità all’articolo sui vetri di impatto del Kamil Crater che è fermo da qualche settimana.

L’ultimo giorno in Marocco (sabato) l’ho trascorso visitando Marrakech con un tour organizzato a conclusione del congresso. La giornata si è svolta molto bene. Era più caldo rispetto al giorno in cui siamo stati a Rabat e il viaggio era molto più lungo (3 ore ad andare 3 ore a tornare, siamo partiti alle 7:30 e siamo rientrati in hotel dopo le 00:30), questi fattori hanno influito molto sulla nostra stanchezza. Rispetto a Casablanca, Marrakech è tenuta molto meglio, si vede che è il fiore all’occhiello del turismo marocchino.

Durante questa giornata abbiamo visitato il giardino della Menara, la Bahia e Koutoubia e assistito a due dimostrazioni commerciali di prodotti erboristici e di tappeti nel suq. Qualcuno del nostro gruppo credo abbia lasciato un patrimonio in erboristeria, io mi sono limitata prendendo dello zafferano e un olio di arancia (però avrei comprato tutto…). Della sosta ai tappeti ne avrei fatto anche a meno, ma era parte de gioco, c’era l’aria condizionata e ci hanno offerto il te alla menta.

P1120691P1120688P1120742

Nel tardo pomeriggio ci hanno concesso l’ora d’aria e siamo stati lasciati liberi di girare per i negozietti del suq, in questo modo ho finito fino all’ultimo le mie dirham (sono riuscita pure a contrattare una scatola intarsiata in legno da 250 dirham a 150!). Che profumi di casa, la menta e le olive! Non ho resistito! Nonostante la paura per eventuali dissenterie ho accettato un’oliva da un venditore, che bontà!

P1120736 P1120750 P1120748

Per cena ci hanno portato in un ristorante di cucina marocchina, molto lussuoso (forse un po’ pacchiano). A me sembrava Disneyland! Qui io e una ragazza canadese siamo riuscite a bere una birretta fredda! La seconda dose di alcool di una settimana! L’unico a ringraziare della settimana marocchina e dell’assenza di alcool al congresso è stato il mio fegato, ancora provato dei dieci impegnativi giorni scozzesi :).

P1120760

Ieri sono rientrata a Milano dove mi sono riposata un po’ in giro per il Parco Nord in compagnia dalla mia bicicletta (lei vive a Milano con il mio ragazzo) e ovviamente di Giovanni. Oggi piccola riunione di lavoro con una professoressa con cui lavoro per la microRaman per pianificare i prossimi passi, poi treno per Pisa, e domani mi metto a lavorare sul serio (anche se solo per 4 giorni).

Non dimenticherò facilmente la mia prima MetSoc! E’ stata una bellissima esperienza in cui ho appeso moltissimo! Speriamo di mettere a frutto insegnamenti, idee e progetti nel prossimo futuro.

Annunci

Pubblicato il 15 settembre 2014, in Agnes at work con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: