Meteoriti e religioni – 3. Ensisheim

Oggi ricorre l’anniversario della caduta della meteorite di Ensisheim. Il 7 Novembre del 1492 poco prima di mezzogiorno, nella cittadina di Ensisheim nell’attuale Alsazia (Francia), cadde una condrite ordinaria di 127 kg producendo un fortissimo boato udito in tutta la valle del Reno fino a 150 km di distanza dal luogo dell’impatto. Ensisheim è la prima meteorite vista cadere in occidente di cui si conservano ancora i frammenti, sparsi in numerose collezioni di tutto il mondo. Il frammento più grande, circa 56 kg, è custodito presso il museo di Ensisheim.

Ensisheim_meteorit_donnerstein_1_vss2007 Meteorite di Ensisheim. Fonte Wikipedia

La meteorite formò una buca di circa un metro di profondità. Immediatamente dopo la sua caduta una numerosa folla si radunò attorno alla roccia. In molti cercarono di staccarne dei pezzetti per conservarli come talismani di buona fortuna. La frantumazione della meteorite fu subito impedita dal magistrato capo della zona, sopraggiunto anche lui al luogo dell’impatto. Egli ordinò che la roccia venisse trasportata intera presso la Chiesa di Ensisheim. La roccia divenne una sorta di luogo di pellegrinaggio, attirando visitatori da tutta la regione.

Quattro poemi pubblicati dallo scrittore e giurista Sebastian Brant contribuirono alla diffusione dell’idea che la roccia caduta a Ensisheim fosse un segno di buon auspicio inviato da Dio.

Sebastian_Brant,_Donnerstein_von_Ensisheim,_1492 Una delle quattro tavole scritte da Brant in occasione della caduta di Ensisheim.

Circa 20 giorni dopo la caduta il re Massimiliano, figlio dell’imperatore romano Federico III, era di passaggio nella regione ed incuriosito dalla storia della misteriosa roccia caduta dal cielo decise di recarsi a Ensisheim prima della battaglia contro i francesi. Massimiliano, influenzato anche dagli scritti di Brant, vide in questa roccia un presagio divino e decise di portare con se in guerra due frammenti come portafortuna e obbligò gli abitanti di Ensisheim a prendersi cura della roccia e a sospenderla sul coro della chiesa con delle funi. Ensisheim portò bene a re Massimiliano che vinse la guerra contro il re di Francia Carlo VIII.

Durante la rivoluzione francese Ensisheim fu confiscata come bene ecclesiastico. I primi studi sulla roccia furono condotti nel 1800. L’origine meteoritica fu confermata solo 3 anni dopo, in seguito alla caduta, sempre in Francia, della meteorite di L’Aigle e all’affermazione delle teorie di Chladni (1794; in questo post potrete trovare la storia di Chladni il papà delle scienze meteoritiche).

Confermata l’origine meteoritica, nel 1803, della roccia di Ensisheim, questa venne riportata nella sua prima “casa” ovvero nel coro della Chiesa di Ensisheim. Scelta sfortunata, infatti, 50 anni dopo, esattamente il giorno del 362° anniversario della caduta della meteorite, il campanile della chiesa è crollato a causa del peso esercitato dalla meteorite appesa sul coro. Fortunatamente Ensisheim non ha subito danni e continua ancora oggi ad essere ammirata dagli appassionati di meteoriti di tutto il mondo. A Ensisheim esiste una confraternita chiamata Les gardiens de la météotite D’Ensisheim (I guardiani della della meteorite di Ensisheim), che custodisce la meteorite e ogni anno organizza un Meteorite Show con espositori provenienti da tutto il mondo.

logo confraternita confraternita

Un video che mostra alcuni momenti del Meteorite Show di Ensisheim.

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

Fonti: Marvin U. B. 1992. The meteorite of Ensisheim: 1492-1992. Meteoritics vol. 27 pp. 28-72.

http://www.confrerie-gardiens-meteorite-ensisheim.fr/

Annunci

Pubblicato il 7 novembre 2014, in Curiosità meteoritiche con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: