Non smetterò mai di dirvi grazie!!!

Grazie! Thank you! Merci! Danke! Gracias! Cosa altro aggiungere? Non mi sarei mai aspettata così tanti auguri, messaggi, chiamate e “like” su Facebook! Sono molto felice! Vorrei ringraziarvi ad uno ad uno, mi avete fatto un piacere immenso! Grazie per avermi pensata!

Finire è stato bello. La discussione è stata bella. Ricevere così tanti complimenti dalla commissione è stato bello. Vedere i miei professori soddisfatti è stato bello. Famiglia e tanti amici presenti in aula è stato bello. Tutto è stato bellissimo. Altre foto arriveranno prossimamente, per questo fine settimana mi godo la compagnia della mia famiglia, del mio ragazzo e dei miei amici e vi lascio ai ringraziamenti della Tesi:

“Questa è la parte della Tesi che mi viene più difficile da scrivere. Ma sento di doverla scrivere. La devo scrivere perché non l’ho fatto né alla Triennale né alla Magistrale. La devo scrivere perché è giusto che chi mi ha aiutata, consigliata, supportata, sopportata e ascoltata durante questi anni trovi spazio in questo lavoro.

Non è facile e non so bene neanche da dove iniziare. Mi sono trasferita a Pisa a 19 anni per studiare Geologia carica di sogni e di speranze. Non avevo, a dire il vero, piena coscienza di quello che mi sarebbe aspettato nei mesi e negli anni seguenti, sapevo però che stavo facendo la cosa giusta. Sapevo che stavo inseguendo un sogno. Un sogno che mi portavo dentro da quando avevo 10 anni: studiare la Terra. E come in una gara, esame dopo esame, ho raggiunto il primo traguardo, la Laurea Triennale, poi meno di due anni dopo è arrivato il secondo, la Laurea Magistrale, e adesso 8 anni e 6 mesi dopo la mia immatricolazione all’UniPi è arrivato il terzo traguardo, quello più alto, quello più ambito: il Dottorato. Questi 8 anni e mezzo sono trascorsi tra alti, altissimi, bassi e bassissimi. Sono accadute cose che non avrei mai immaginato potessero accadermi, ho realizzato sogni prima che potessi iniziare a sognarli, mi sono presa tante piccole e grandi soddisfazioni, ho pianto di gioia e disperazione, ho sbagliato, mi sono sentita sola, ho avuto paura, ho rischiato di perdere la strada. Non so cosa sarà di me dopo il raggiungimento di questo Traguardo con la T maiuscola. Non è facile… alterno momenti in cui so quello che voglio a momenti in cui mi sento sola, persa in mezzo ad un oceano senza sapere in che direzione nuotare… Quello che è certo è che devo nuotare in una direzione, senza nuotare il rischio di affogare è alto! Qualunque sarà la direzione che sceglierò nei prossimi mesi, spero che mi permetta di crescere, migliorare e arricchirmi personalmente, culturalmente e scientificamente.

E’ giunto il momento di ringraziare tutti coloro che hanno fatto parte in vario modo e in varia misura di questo lungo cammino. Spero di non dimenticare nessuno.

Il primo grazie è per chi mi ha seguito durante tutti e tre i miei traguardi universitari: Prof. Massimo D’Orazio. Il secondo grazie è per il Dott. Luigi Folco. Senza di voi non avrei avuto modo di affacciarmi a questo mondo così affascinante fatto di sassi che cadono dal cielo e di strutture geologiche che ci ricordano che la Terra è parte di un sistema più grande e ancora per la sua grande parte inesplorato. Grazie perché senza di voi non avrei mai potuto vivere tutte le esperienze indimenticabili di questi anni. Grazie per i numerosi consigli, la disponibilità e la pazienza. Grazie per i rimproveri e per i complimenti. Scusatemi se non sono sempre stata all’altezza del mio ruolo.

Grazie ai revisori di questa Tesi, Prof.ssa Maria Chiara Domeneghetti e Dott. Gabriele Giuli, coinvolti con poco preavviso e inaspettatamente in questo lavoro. Grazie per i vostri commenti, correzioni e soprattutto per la vostra disponibilità e puntualità.

Grazie ai miei compagni di “stanza”, a quelli che sono ancora presenti e anche a quelli che hanno proseguito per altre strade. Grazie per le dritte informatiche e geologiche, grazie per i consigli estetici su figure, presentazioni e poster, grazie per avermi aiutata nella preparazione dei campioni, al SEM e all’ICP-MS, grazie per avermi sostituita alle esercitazioni, grazie per aver ascoltato le mie lamentele. Grazie per non avermi fatto sentire più sola di quanto spesso non mi sia sentita.

Grazie a tutto il DST-UniPi, una sorta di grande e strana famiglia.

Grazie a tutti i professori e i tecnici che ho incontrato durante questi anni di analisi per la mia tesi. In particolare ringrazio la Prof.ssa Maria Luce Frezzotti per avermi introdotta nel mondo della microscopia Raman, per i consigli e per le lunghe giornate trascorse insieme a Milano. Grazie a Carole Cordier per il supporto analitico e logistico durante la mia permanenza a Grenoble e per avermi inviato correzioni e commenti alle bozze di abstract e articoli sempre in tempi record.

Grazie a chi mi ha sempre amata e non smetterà mai di farlo, grazie a chi è stato sempre dalla mia parte e lo sarà per sempre, grazie ai miei sostenitori morali ed economici: grazie alla mia famiglia, alla mia Mamma Loredana e al mio Papà Pietro.

Grazie a mia sorella, migliore amica e coinquilina Ludovica. Nonostante ogni tanto mi fai arrabbiare, devo ammettere che sono di più le volte che mi hai aiutata anche involontariamente. Forse senza di te in questi anni avrei pianto di più, avrei mangiato di meno, avrei avuto il frigo più vuoto di quello che normalmente è e sarei arrivata più volte al punto di non sapere che mettermi perché era tutto nel cesto della biancheria da lavare.

Grazie Mamma, Papà, Ludo because we’re the happy family….

Grazie ai miei nonni Salvatore, Graziella, Paolo e Dora (ordine strettamente anagrafico!) per pensarmi sempre, per i pranzi e le cene, per chiedermi ancora come va a scuola, per essere orgogliosi di me. Senza offesa per nessuno, questa tesi è dedicata a Te che per tutta l’estate del 2009 mi hai chiesto insistentemente “quanto manca”, a Te che nelle ultime telefonate non mi dicevi neanche ciao, ma solo “quanto manca”, a Te che ti sei aggrappato a quel pensiero per restare in vita, a Te che hai atteso quel mio primo traguardo per andartene sereno, a Te che ne sei andato esattamente un mese dopo il mio primo traguardo e 15 giorni dopo la mia festa di laurea palazzolese, quando ormai io avevo realizzato il mio primo grande sogno.

Grazie ovviamente anche a tutto il resto della mia famiglia zii e cugini.

A cavallo tra famiglia e amici non potevi che non esserci tu: Giovanni. Ormai sono più di 7 anni che sei il fidanzato di Agnese (cit.) e una dozzina che ci conosciamo. Grazie per le tue poche ma buone parole, per spegnere la macchina infernale dei pensieri negativi del mio cervello, per ricordarmi che le cose brutte della vita sono altre, per spronarmi, per farmi ridere e per essermi ancora accanto.

Grazie alle “scarpe col tacco & Co.”, gli amici di una vita. Negli anni siamo cambiati, ci siamo allontanati, ma la cosa più bella è che ci ritroviamo sempre o quasi come se il tempo non fosse mai passato.

Grazie agli amici pisani che di pisano hanno o hanno avuto solo il libretto dell’UniPi per aver i numerosi weekend e serate pisane.

Grazie a quelli della “pausa pranzo” che ogni giorno per 45/60 minuti mi allontanano dalla mia scrivania tra risate, gossip e lezioni di economia domestica.

Grazie agli amici milanesi che di milanese hanno solo la carta d’identità e forse neanche quella per aver allietato tra cene e uscite in bici e per negozi questi ultimi mesi di dottorato.

Un grazie particolare va a Davide, per le lunghe chiamate su Skype, per gli SOS linguistici e per aver contribuito alla mia scelta di continuare a provarci. Grazie Fiorella per le lunghe chiacchierate virtuali, per credere nelle mie possibilità, per il tifo spassionato e per l’ottima cena che prima o poi ricambierò.

Grazie ad Umberto Repetti e all’associazione di Meteoriti Italia per l’opportunità che mi avete dato con le conferenze a Pedavena e Agordo e per tifare sempre per i miei successi.

Grazie anche agli amici che furono e che non sento da tanto tempo. Ogni tanto vi penso, spero di poter rincontrare molti di voi come se il tempo non fosse passato. In un modo o un altro anche voi avete contribuito a rendermi quella che sono.

Grazie a Agorà Scienze e agli studenti della 7a Scuola di Comunicazione della Scienza per avermi fatto riscoprire la gioia della Scienza. Grazie a voi per aver fatto nascere Agnesearth!

Grazie ad Agnesearth, un blog nato per gioco senza il quale non potrei più immaginarmi e che mi ha permesso di resistere e andare avanti in questo ultimo anno e mezzo.

Grazie all’EMU School e alla MetSoc 2014 per avermi schiarito l’orizzonte, per avermi fatto capire che dovevo, potevo e soprattutto volevo ancora provarci.

Un grazie che forse molti riterranno stupido, ma per me non lo è affatto va a Internet e tutte le tecnologie e tutti gli strumenti ad esso correlati: MSN Messenger, Skype, Facebook, WhatsApp e WordPress. Grazie a loro ho ritrovato e mantenuto amicizie, mi sono sentita meno sola al mio arrivo a Pisa e nelle serate e momenti più tristi e ho potuto condividere la mia felicità con tutti.

Non so che sarà di me nei prossimi mesi e quali avventure mi attenderanno… ma so che sono circondata da belle persone che tifano per me e io tifo per loro! Grazie a tutti di cuore.

P.S. “Righe difficili da scrivere”, ma una volta preso il via non sono più riuscita a fermarmi… Chiedo venia per la lunghezza (inaspettata) di questa sezione.”

Ancora GRAZIE di cuore a tutti! 

Agnese

Annunci

Pubblicato il 13 marzo 2015, in Agnes at work con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. Congratulazioni ancora cara Agnese!! È stato un piacere conoscerti alla SCS e continuare a leggerti nel blog..bravissima, continua così!! Un bacione

  1. Pingback: Buon secondo compleanno Agnesearth: tra bilanci, buoni propositi e bellissime novità | agnesearth

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: