Il brusco atterraggio della prima meteorite vista cadere in Uruguay

Ogni anno vengono viste cadere e recuperate dalle 5 alle 10 meteoriti. Spesso queste notizie passano in secondo piano, perché non hanno causato danni a cose e persone. I “fall” di quest’anno sono già a 7, ma 3 non sono ancora state recuperate. L’ultima è arrivata sulla Terra giorno 18 settembre, ma la notizia e le modalità del suo brusco atterraggio sono state diffuse solo a metà di questa settimana.

Nonostante molti giornali non hanno dedicato la minima attenzione all’accaduto e nonostante per alcuni sia già una notizia vecchia ho deciso ugualmente di dedicarle un post, visto che non è una storia che accade tutti i giorni. Sebbene non abbia ancora un nome ufficiale chiameremo questa meteorite con il suo nome provvisorio Maldonado, ma è molto probabile che resti lo stesso anche dopo la sua classificazione.

Maldonado non deriva dal fatto che la meteorite non sia stata un bel dono (certo non è stato proprio un piacere riceverla in casa, ma poteva anche andare peggio…), ma è il nome del Dipartimento di Maldonado in Uruguay che questa meteorite “ha scelto” come luogo dell’atterraggio. L’atterraggio come facevo cenno prima non è stato per niente piacevole, visto che questa meteorite di quasi un chilogrammo (712 g per i pignoli) ha sfondato il tetto di una abitazione andando a colpire il letto e la TV. Fortunatamente i proprietari non erano in casa in quel momento… penso che possano considerarsi dei veri miracolati!

LvnlRoH Semplice schema sulla caduta della meteorite pubblicato da El Pais. 

portadahabitacionmeteo A sinistra foto del letto e della TV colpite dalla meteorite, a destra la meteorite di Maldonado. Il cubetto verde è di un pollice di lato (2,54 cm). Fonte Focus, crediti G. Tancredi.

12140043_1621584008102465_8702256442795478954_o  Dettaglio del letto colpito, con i frammenti del soffitto sparsi sul letto e sul pavimento. Fonte Focus, crediti G. Tancredi.

12138386_1621582558102610_5228224868833819991_o  Foto della meteorite ritrovata sul pavimento di casa. Fonte Focus, crediti G. Tancredi.

Dalle prime analisi condotte dal prof. Gonzalo Tancredi dell’Università della Repubblica di Uruguay a Montevideo, si tratta di una acondrite. Ovvero di una meteorite differenziata costituita prevalentemente da minerali silicatici. Le acondriti rappresentano solo il 4.2% di tutte le meteoriti trovate sulla Terra, quindi si tratta di una meteorite piuttosto rara. Per capire a quale classe appartiene serviranno ulteriori analisi. Dalle prime osservazioni risulta che la meteorite è leggermente magnetica, ha una densità di 3,4 g/cm3 e presenta crosta di fusione e regmaglipti. Oltre ad essere una meteorite rara e ad aver sfondato il tetto di una casa (cosa che non accade così spesso, state tranquilli) si tratta anche della seconda meteorite uruguaiana, nonché della prima vista cadere. La prima meteorite trovata in Uruguay è una meteorite metallica di circa 80 kg ed è stata trovata nel 1994 nel Dipartimento di Rio Negro (Baygorria).

Annunci

Pubblicato il 23 ottobre 2015, in Curiosità meteoritiche con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: