Archivi categoria: Agnes at work

Agnesearth ritorna!

Nel 2015 ho scritto poco e spesso ho promesso di scrivere di più. Poi è arrivato il 2016 e lavoro, corso di tedesco e palestra, necessaria per cercare di limitare i “danni” della cucina della mensa, mi hanno allontanata da questo mio piccolo blog, che però mi ha dato e spero continuerà a darmi tante soddisfazioni.

Nonostante per un anno non abbia pubblicato niente, ho continuato a rispondere alle diverse decine di email riguardanti probabili meteoriti. Purtroppo ancora niente di buono: solo tantissime scorie. Speriamo che il 2017 porti anche una meteorite targata Agnesearth.

Il 2016 è stato un anno bello, ricco di cambiamenti e a volte un po’ in salita. Ho imparato tanto, ma per me non è mai abbastanza. Ogni volta che imparo qualcosa scopro che ci sono altre migliaia di cose che non so fare. Lo so, sono sempre troppo pessimista e a volte fatico a vedere il buono e il bello delle cose che faccio e che ho fatto.

Vivo sempre a Jena, in Germania. Una città universitaria di 100mila abitanti. E’ un po’ isolata, ma tutto sommato non mi ha impedito di viaggire molto durante quest’anno. Non parlerò mai come un madrelingua, ma rispetto allo scorso anno riesco a conversare del più e del meno senza grossi problemi. Al momento sto seguendo un corso tra il B1 e il B2. Più tedesco imparo, più realizzo che il mio inglese peggiora, ad ogni modo parlo quasi ogni giorno 3 lingue, un po’ di confusione mi sembra quasi naturale. L’importante e non fermarsi mai!

Da aprile sono ufficialmente una “Humboldtiana”, ovvero ho una borsa di ricerca della Alexander von Humboldt Foundation. Grazie a questa borsa di ricerca, una delle più prestigiose per postdoc, ho conosciuto tantissimi giovani ricercatori e fatto esperienze uniche; come incontrare il Presidente Federale della Germania, Joachim Gauck, e un viaggio di 2000 km in 2 settimane alla scoperta della Germania e delle sue eccellenze.

Ho partecipato alla conferenza della Meteoritical Society che quest’anno era Berlino. E’ stato un grande piacere incontrare tante facce conosciute e soprattutto un mio ex capo pisano e un mio amico e compagno di ufficio dopo oltre un anno. Un’altra conferenza mi ha portato molto lontano, dove mai avevo pensato di andare: in Giappone! E’ stata una bellissima esperienza anche perchè ho avuto anche alcuni giorni per visitare Tokio. Consiglio a tutti un viaggio in Giappone. E’ veramente un posto molto diverso dalla vecchia e cara Europa. A cominciare dai bagni :D.

Il mondo alla nanoscala è bellissimo, ma molto complesso. Riesco a prepare campioni piccolissimi e sottilissimi e inizio a maneggiare il mitico TEM, microscopio elettronico a trasmissione. Uno strumento costosissimo, non immediato da usare e dalle potenzialità enormi. Nel 2017, mi auguro di diventare sempre più autonoma in laboratorio.

Per le pubblicazioni poteva andare meglio. E’ stato finalmente pubblicato l’ultimo lavoro sulla mia tesi di dottorato, ma ancora niente di quanto fatto in Germania. Purtroppo un mio articolo inviato a febbraio è ancora in revisione. In cantiere ne ho un altro e spero di vederli pubblicati entrambi entro la prima metà del prossimo anno.

Con questo breve riassunto del 2016 e di speranze per il 2017 è tutto per oggi. Nei prossimi giorni pubblicherò il post con tutte le meteoriti viste cadere nel 2016, una delle quali mi ha dato da fare o meglio da camminare per 3 giorni.

Belle novità, grandi responsabilità

Questo post arriva con diversi giorni di ritardo, a causa della mancanza di tempo nei giorni lavorativi e dei tristi fatti di Parigi dello scorso fine settimana. In realtà si tratta di due post separati che per praticità ho unito in uno solo. Le due parti non sono in ordine cronologico, ma le notizie più belle è meglio darle alla fine!

Leggi il resto di questa voce

Il calendario mi ricorda che sono a Jena da un mese!

Sembra che sia già trascorso un mese da quando mi sono trasferita a Jena. Sembra, o meglio è il calendario che me lo ricorda. Io sinceramente non me ne sono neanche accorta. Questi primi 31 giorni in terra tedesca sono proprio volati. Tutto fino sta andando molto bene! Non mi sarei potuta aspettare di meglio. L’ambientamento è stato molto meno traumatico del previsto.

Leggi il resto di questa voce

La prima settimana a Jena

Hallo Leute!

Rieccomi direttamente dalla mia casetta temporanea trovata con Airbnb nel cuore di Jena. Sono arrivata lunedì e ho avuto pochissimo tempo per fermarmi e nello stesso tempo per riflettere che mi sono trasferita in Germania, che ho firmato un contratto in tedesco e che ho iniziato a lavorare con uno dei più prestigiosi gruppi di ricerca al mondo nel settore di mineralogia delle micro- e nano-strutture.

La prima settimana tedesca è stata bellissima, intensa e anche stancante.

Leggi il resto di questa voce

Workshop e prepartenza

Tra poco più di 60 ore avrà inizio il mio viaggio verso Jena. E’ completamente inutile che sono un po’ agitata… Valigie ancora aperte, ma già troppo piene. Fino a ieri complice la conferenza organizzata dalla F.I.D.A.P.A. di Brescia ero riuscita a tenere a bada le mie emozioni. In questo momento so che Gioia, Tristezza e Paura stanno disquisendo animatamente :D. [Se non avete ancora visto Inside Out non perdete tempo!!!]

inside out

Confusione mentale a parte vi racconto un po’ della giornata di ieri e dell’interessante workshop organizzato dalla F.I.D.A.P.A. Sezione di Brescia nella bella cornice di Palazzo Martinengo Colleoni.

Leggi il resto di questa voce

Buon secondo compleanno Agnesearth: tra bilanci, buoni propositi e bellissime novità

Festeggiare il compleanno mi piace, mi è sempre piaciuto, quindi oggi non posso astenermi dal festeggiare il secondo anno di vita di Agnesearth e dal ringraziare tutti i lettori, gli amici e trovatori di presunte meteoriti. Trovandomi ancora in Sicilia mi sembra obbligatorio festeggiare il secondo compleanno di Agnesearth con una bella e buona cassata di ricotta.

Leggi il resto di questa voce

La mia terza pubblicazione, la seconda su Kamil

Durante il mio periodo silenzioso è uscita la mia terza pubblicazione. Questa volta si tratta di un Folco et alii. Il titolo del lavoro è: “Microscopic impactor debris in the soil around Kamil crater (Egypt): Inventory, distribution, total mass, and implications for the impact scenario” che in italiano sarebbe “Detrito microscopico dell’impattore nel suolo attorno al cratere Kamil (Egitto): Inventario, distribuzione, massa totale, e implicazioni per lo scenario dell’impatto”. Gli autori siamo: Folco L., D’Orazio M., Fazio A., Cordier C., Zeoli A., van Ginneken M., El-Barkooki A. Questa pubblicazione è anche uno dei capitoli della mia tesi di dottorato.

Leggi il resto di questa voce

Verso l’infinito… e oltre!

È passata veramente un’eternità dal mio ultimo post. È stato ed è un periodo strano e molto impegnativo. L’unica cosa che al momento posso svelare è che a giorni lascerò Pisa, prima andrò a Milano per un paio di mesi, per poi raggiungere una nuova destinazione (al momento non voglio dire di più). Sono molto contenta, sono contenta di cambiare, sono contenta di cominciare una nuova avventura, ma allo stesso tempo sono anche molto terrorizzata. Vivo a Pisa da 9 anni, da quando all’età di 19 anni mi sono trasferita dal mio paesello per studiare Geologia. Qui ho raggiunto delle tappe fondamentali per la mia vita e per la mia carriera. Tuttavia, non ho mai pensato a Pisa come mia destinazione finale, soprattutto negli ultimi due anni.

In questi giorni di pacchi e traslochi, questi 9 anni mi stanno passando tutti davanti. Ho ritrovato i miei diari e quaderni dove per anni ho scritto delle mie ansie, delle mie paure e anche delle mie soddisfazioni universitarie e non. Ho trovato foto, bigliettini di auguri, cartoline e souvenir vari. Provo emozioni molto contrastanti, ma penso che sia del tutto normale.

Con questo breve post intendo ricominciare ad arricchire Agnesearth di nuovi contenuti e di nuove storie. Tanto anzi tantissimo deve essere ancora scritto sul fantastico ed affascinante mondo dei sassi che cadono dal cielo!

Ad maiora,

Agnese

Bye Bye Pisa!
20150314_105056

Non smetterò mai di dirvi grazie!!!

Grazie! Thank you! Merci! Danke! Gracias! Cosa altro aggiungere? Non mi sarei mai aspettata così tanti auguri, messaggi, chiamate e “like” su Facebook! Sono molto felice! Vorrei ringraziarvi ad uno ad uno, mi avete fatto un piacere immenso! Grazie per avermi pensata!

Finire è stato bello. La discussione è stata bella. Ricevere così tanti complimenti dalla commissione è stato bello. Vedere i miei professori soddisfatti è stato bello. Famiglia e tanti amici presenti in aula è stato bello. Tutto è stato bellissimo. Altre foto arriveranno prossimamente, per questo fine settimana mi godo la compagnia della mia famiglia, del mio ragazzo e dei miei amici e vi lascio ai ringraziamenti della Tesi:

Leggi il resto di questa voce

Dopodomani! / Un’altra meteorite per il mio compleanno?

Ieri ha avuto ufficialmente inizio la settimana dei festeggiamenti con il mio compleanno. Compleanno e dottorato nella stessa settimana è un duro colpo all’umore… La fine dello status di studente fa pesare quel piccolo annetto in più come un macigno. Mille domande e dubbi sul tuo futuro fanno capolino, ricordandoti che gli anni avanzano e che sei senza un lavoro. I festeggiamenti anticipati alla serata dell’otto, la torta in dipartimento e la cenetta romantica con la mia sorellina hanno contributo a rendere meno duro e meno triste questo passaggio dai 27 ai 28. Oggi va molto meglio, quel velo di tristezza che aveva accompagnato la giornata di ieri è sparito e tutto mi sembra più bello! Complice anche il mio regalo di compleanno un caleidoscopio che guarda la realtà. Ecco alcuni tentativi artistici…

Leggi il resto di questa voce

– 1 settimana: tesi rilegata, senza voce e febbricitante

Che non posso fare affidamento sulla mia salute già lo sapevo da anni, ma confidavo in un po’ di pietà visto l’importanza dell’evento di giovedì prossimo. Invece no, puntuale come un orologio svizzero eccomi raffreddata, afona, pallida e febbricitante. Mi sto dopando di tachipirina, aspirina, spray per la gola e caramelle alla propoli… vedremo se riuscirò a riacquistare un aspetto umano accettabile entro una settimana.

Leggi il resto di questa voce

– 2 settimane e una supplenza per ingannare il tempo

Che il conto alla rovescia abbia inizio! Esattamente tra due settimane, quest’avventura chiamata DOTTORATO finirà! Giovedì 12 marzo alle ore 14:30 discuterò la tesi. Tre anni tra alti e bassi condensati in 212 pagine e 45 minuti di presentazione orale! Ma non è dei preparativi al grande giorno che voglio parlare adesso.

Leggi il resto di questa voce

La mia giornata ad Alfianello

La giornata di ieri ad Alfianello (Brescia) è stata una vera e propria sorpresa. Non sapevo bene cosa aspettarmi, e così come mi era accaduto in altre occasioni, l’accoglienza è stata molto positiva e molto al di sopra delle mie aspettative.

Nonostante fosse domenica la sveglia è suonata molto presto. Poco prima delle 8 sotto una pioggia incessante siamo partiti da Milano per Alfianello. Siamo arrivati poco prima delle 9:30 orario di inizio della manifestazione. Tra tanti volti sconosciuti ho trovato i miei amici bellunesi fondatori dell’associazione Meteoriti Italia (vi parlerò presto delle loro attività). Era presente anche Matteo Chinellato fotografo e collezionista di meteoriti che aveva allestito un banchetto con diversi campioni della sua collezione e tra questi spiccava la meteorite di Alfianello.

Leggi il resto di questa voce

Aspettando Alfianello

Domenica sarò ad Alfianello, paesino di circa 2500 abitanti tra Brescia e Cremona per chiacchierare di meteoriti e di quello di cui mi occupo. Sono stata invitata dalla Pro Loco di Alfianello, un invito che considero un vero è proprio successo di Agnesearth. Infatti, la responsabile della Pro Loco mi ha trovata tramite il blog cercando in rete qualcuno che si occupasse di meteoriti e che potesse andare a tenere una conferenza li.

Ma perché agli alfianellesi interessa molto una conferenza sulle meteoriti?

Leggi il resto di questa voce

Cratere Kamil (Egitto): un laboratorio naturale per studiare il metamorfismo di shock e la fusione di impatto

Tradurre dall’inglese all’italiano è un’operazione per me molto difficile, anche a causa dei numerosi termini intraducibili, ad ogni modo in questa fredda domenica mi sono fatta forza e ho tradotto l’articolo che ho scritto per il numero di gennaio della rivista Meteorite-Times (era una promessa). Meteorite-Times è una rivista bimensile per appassionati di meteoriti disponibile solo in formato elettronico: http://www.meteorite-times.com/. L’articolo nella sua versione originale lo trovate qui.

Leggi il resto di questa voce

Rientrata alla base con nuovi dati, nuove esperienze, e riconoscimenti

Rieccomi! Nuovamente in diretta da Pisa, nonostante tutto ancora la mia base… E’ stato un inizio di gennaio molto impegnativo, istruttivo e produttivo.

Leggi il resto di questa voce

Che il 2015 abbia inizio…

Auguri! Sono in ritardo di tre giorni, ma gli auguri credo e spero siano ancora validi e graditi. Il mio anno è iniziato in modo anomalo, sorprendente e rocambolesco… La notte del 31 la Sicilia sudorientale è stata interessata da una nevicata eccezionale (15 cm di neve), non mi ricordo nulla di simile soprattutto in questo periodo dell’anno! Vedere il mio paese tutto imbiancato è stato un vero spettacolo! Meno spettacolare è stato attraversare da un capo all’altro il paese alle 6:30 del mattino con tacchi e collant… :D.

Capodanno 04

Leggi il resto di questa voce

Presentazione di fine 3° anno… fatta!

Un’altra “x” alla mia fittissima to do list di questo periodo è andata. Ogni anno per passare da un anno di dottorato al successivo e nel caso del terzo anno per accedere alla discussione finale siamo tenuti a sostenere un seminario in cui illustriamo il lavoro svolto fino a quel momento. In questo post il racconto del passaggio dal 2° al 3° anno.

Leggi il resto di questa voce

Il mio soggiorno berlinese

Causa l’assenza di wi-fi in hotel e il lungo fine settimana riesco solo ora a trovare il tempo per aggiornarvi su come è andato il mio soggiorno berlinese. Sono arrivata a Berlino il 30 novembre verso l’ora di pranzo. Lo shock termico è stato un po’ traumatico, da 15°C a 0°C in meno di due ore. Però dopo 5 giorni mi ero abituata alle temperature rigide, pazienza che era giunto il momento di tornare in Italia.

Leggi il resto di questa voce

Berlin last minute

Nella più piena frenesia dell’ultimo mese scarso prima della consegna della Tesi ai revisori, con un capitolo che è un cantiere aperto, con dati appena acquisiti, domenica partirò per Berlino. A Casablanca ho conosciuto un dottorando tedesco (Christopher), “impattologo” anche lui, che sta studiando vetri di impatto sia di alcuni crateri terrestri e sia prodotti in laboratorio. Dal confronto delle foto dei nostri campioni è venuto fuori che Kamil era un ottimo candidato da aggiungere al suo studio e così abbiamo deciso di collaborare.

Leggi il resto di questa voce