Archivi categoria: Agnes in Antartide

Il rientro: la preparazione e la “crociera”

Le giornate del 4 e del 5 gennaio 2013 sono stata abbastanza frenetiche. Impachettare meteoriti e sabbie e preparare i borsoni ha richiesto molto più tempo e fatica di quanto non avessi immaginato… Soprattutto non potete immaginare quanti giri di asciugatrice ho dovuto far fare per asciugare la tutona antartica!

IMG_1185  Io mentre peso una delle ultime meteoriti trovate. Si utilizzano i guanti per evitare che il grasso delle nostre mani possa contaminare le meteoriti.

IMG_1197 La luna! Io e il campione di meteorite lunare recuperato durante l’escursione del 3 gennaio.

Leggi il resto di questa voce

Ultima escursione: un po’ di malinconia e grandi ritrovamenti!

3 gennaio 2013

L’ultima escursione l’avrei sicuramente ricordata in modo particolare se poi durante l’ultima escursione ritroviamo 2 meteoriti rarissime il ricordo di quella giornata va alle stelle (o meglio al sole…).

Leggi il resto di questa voce

Seconda escursione dell’anno MOLTO lontana…

2 gennaio 2013

Per la seconda escursione dell’anno ci siamo spinti oltre, siamo andati in Twin-Otter in una località a quasi 700 km dalla base. Atterrare dove non c’è la pista battuta è abbastanza complicato, abbiamo tentato l’atterraggio circa 4 volte…ci vuole una grande fermezza per fare i piloti in quelle condizioni. Leggi il resto di questa voce

Chi trova una meteorite il primo dell’anno trova meteoriti tutto l’anno

1 gennaio 2013

Chi trova una meteorite il primo dell’anno trova meteoriti tutto l’anno. Non potevo saltare la prima uscita dell’anno per cui nonostante il piede dolorante ho deciso a mio rischio e pericolo di non abbandonare il gruppo. Non ho fatto una mossa molto corretta, infatti, non avevo detto a Luigi della mia storta e ho fatto finta di niente. Prima di uscire sono passata dall’infermeria a farmi fare una bella fasciatura (povero dottore l’ho fatto svegliare alle 8 il primo dell’anno). Sul ghiaccio non si cammina ma si scivola come sulle pattine per cui non serve piegare la caviglia, e il mio zoppicare è stato camuffato per tutto il giorno. Qualche piccolo dolore l’ho provato nell’abbassarmi ma tutto tollerabile.

P1100892Ghiaccio marino che ancora occupa una piccola baia lungo la costa.

P1100896“Piccolo” iceberg alla deriva. E’ estremamente difficile capire quanto sono grandi gli oggetti/ le strutture che si osservano.

P1100916Iceberg intrappolati nel ghiaccio marino.

DSC_0462 Anche questa uscita è stata fatta in collaborazione con i coreani. Io sono la terza a partire da sinistra… Ah lo avevate capito da soli? Eh già sono la più piccola!

La sera ho detto a Luigi dello stato non ottimale del mio piede e del fatto che non avevo problemi a camminare sul ghiaccio. Questo non è però bastato a tranquillizzarlo, infatti, nelle escursioni dei giorni seguenti mi chiedeva sempre come stavo. Inoltre avevo chiesto a Giovanni di non dire niente ai miei se no si sarebbero preoccupati, ma come non detto quando li ha visti la notizia gli è accidentalmente sfuggita… Quindi ho dovuto tranquillizzare anche loro più e più volte.

Buon 2014!

Tantissimi auguri di buon anno per un 2014 ricco di meteoriti (di piccola taglia tranquilli) e grandi soddisfazioni!!!

Beh che dire non è da tutti stappare lo spumante in occhiali da sole…

capodanno

Piccola nota sulla mia notte di capodanno antartica. Poco prima della mezzanotte (volendo fare gli scaramantici… che fortuna) ho deciso o meglio il mio piede ha deciso di concludere nel migliore dei modi il 2012 ovvero prendendo una bella storta!

Speriamo che stanotte non mi succeda niente! Ancora auguri e a domani con il resoconto della prima escursione del 2013!

Dal 27 al 31 dicembre: Scott Base (Nuova Zelanda)

Il 27 dicembre siamo partiti per Scott Base la base neozelandese con il Twin-Otter appena riparato.  Almeno per una volta siamo riusciti a rispettare i programmi.  Viaggiare in elicottero non mi ha fatto nessun effetto al contrario del primo volo con il Twin-Otter della mia vita che mi ha messo un po’ di paura: forse perché lo avevano appena riparato o perché più in generale non amo i piccoli aerei. Comunque dopo il primo volo ho preso confidenza anche con il Twin-Otter (tradotto per chi non mi conoscesse ho iniziato a dormire anche sul Twin-Otter, purtroppo a me i mezzi di trasporto hanno uno strano effetto soporifero).

P1100718 Fase di imbarco sul Twin-Otter.

In “Nuova Zelanda” siamo rimasti fino al 31 mattina. La base neozelandese si trova a 3 km da quella americana di McMurdo (la più grande base in Antartide , circa 1200 persone, 3 pub, 2 bancomat, un barbiere/parrucchiere, una chiesa…insomma è un paese). I neozelandesi non hanno né un aeroporto né una vera e propria base per gli elicotteri qui si affidano agli americani, in compenso hanno 4 pale eoliche per la produzione di energia elettrica.

P1100739 Monte Erebus vulcano attivo (ca. 4000 m). Alle sue pendici si trovano la base americana di McMurdo e quella neozelandese di Scott Base, distanti 3 km l’una dall’altra.

P1100755Panorama di Scott Base

P1100743 Pale eoliche per la produzione di energia elettrica  della base neozelandese

Prima di riassumervi l’attività scientifica svolta non posso non dirvi di quanto fosse bella Scott Base. Io amo gli ambienti luminosi e le grandi finestre ovviamente vicinato e panorama permettendo. Quindi trovare a mensa e nella zona divani/lettura delle grandi vetrate sulla baia è stato veramente bello non avresti mai detto di essere in dei container. Tutti i mobili delle camerette erano in legno dipinto di bianco. Non c’era il wi-fi, ma c’erano diversi computer per collegarsi. Telefonare in Italia è stato molto più semplice perché “baypassavamo” il ponte radio tra la nostra base e quella neozelandese causa di ritardi nella trasmissione della telefonata. La parità dei sessi era rispettata e l’età media era molto più bassa che da noi. Visto la vicinanza con l’aeroporto americano i rifornimenti di frutta e verdura erano più frequenti. Che goduria mangiare una bella insalata di lattuga, pomodori e cipollotti. Ah dimenticavo c’era anche un negozietto dove ho comprato un regalino per mia sorella, una maglietta per Giovanni e una maglietta e peluche di cucciolo di foca per me.

P1100846Sala mensa di Scott Base addobbata per Natale.

La scelta di soggiornare presso Scott Base circa 500 km più a sud della nostra è stata dettata dalla possibilità di raggiungere da lì alcune delle aree che avevamo in programma di esplorare durante il campo remoto. Il primo pomeriggio (27) ci siamo dedicati al campionamento di sabbie per la ricerca di micrometeoriti. Il 28 e il 29 invece dovevamo andare a caccia di meteoriti purtroppo il brutto tempo non ci ha permesso di raggiungere le zone che avevamo in programma quindi abbiamo ripiegato su altre aree, purtroppo con scarsi risultati.

IMG_0891  Campionamento di sabbie.

P1100703 Panorama delle Valli Secche (sono delle valli desertiche che rappresentano un ecosistema unico sulla Terra con la presenza di batteri che potrebbero essere analoghi a quelli che si potrebbero trovare su altri corpi del Sistema Solare (Marte)).

P1100773 A caccia di meteoriti, purtroppo con scarsi risultati.

Il 31 siamo ripartiti per Mario Zucchelli Station e siamo arrivati giusto in tempo per la grigliata dell’ultimo dell’anno!

Escursione con i coreani

26 dicembre 2012

Nel primo post di questa sezione del mio blog “Agnes in Antartide “istruzioni per l’uso”” avevo annunciato che il diario si interrompeva circa 2 settimane prima della fine della mia esperienza nel continente bianco e che comunque avrei raccontato quanto successo dopo. Viste le continue variazioni nel programma e le poche escursioni effettuate causa maltempo dopo Natale ogni qualvolta il tempo l’ha permesso siamo andati in escursione quindi i ritmi sono stati più frenetici.

Leggi il resto di questa voce

Tantissimi Auguri di Buon Natale

Tantissimi Auguri di Natale!!!

Oggi posto la pagina del mio diario scritta un anno fa dal continente di ghiaccio.

Dopo un anno lontano da casa le focacce della nonna, le 12 ore di preparativi per il pranzo, le corse per finire presto e i tanti regali e la gioia di stare con la propria famiglia devo dire che ci volevano proprio.

Ancora auguri e buona lettura

Leggi il resto di questa voce

Adotta una scuola PNRA – Le domande che avevo ricevuto in Antartide

Circa un mese prima di partire per l’Antartide ad una conferenza sulle meteoriti tenuta a Pisa nell’ambito della manifestazione “La settimana del Pianeta Terra” ho conosciuto un collezionista e appassionato di meteoriti di Feltre (BL). Grazie a lui sono entrata in contatto con l’Istituto Geominerario di Agordo (BL), istituto che ho poi “adottato” partecipando all’iniziativa “Adotta una scuola” del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA) e conosciuto dal vivo il 20 aprile 2013 dove ho tenuto una conferenza riassuntiva sulla mia esperienza antartica. Circa a metà spedizione ho ricevuto una lunga lista di domande da parte degli studenti che adesso ricopio qui. Leggi il resto di questa voce

Resoconto di una domenica in base

17/12/12 ore 8:52

Oggi è stata una giornata casalinga, nonostante sia una magnifica giornata non siamo usciti così come ieri. Cause di forza maggiore. Speriamo che il periodo fogna sia finito che l’umidità si sia recata altrove a rompere… Ieri è stata una bellissima domenica, sia meteorologicamente sia umanamente parlando. Alle 14 io, Jacopo, Luigi e Michele ci siamo avviati verso il Monte Abbott (circa 1000 m). Una giornata bellissima e caldissima. 5 ore di cammino e un panorama da sogno!

P1100521 P1100526 Leggi il resto di questa voce

La caccia (seppur magra) è ripresa

16/12/12 ore 7:32

Finalmente ieri siamo usciti! Dopo una settimana caratterizzata dal cattivo tempo e dall’unica gioia positiva dei pinguini, ieri finalmente siamo tornati a caccia di meteoriti. L’originale programma prevedeva di andare a nord Miller Butte e Frontier Mountain, ma il cattivo tempo ce lo ha impedito. Quindi dalla sala operativa è arrivata la proposta alternativa ovvero se volete uscire provate ad andare a sud. Giornata fantastica, nulla di quelle nubi misto nebbia che caratterizzavano la base di Mario Zucchelli. Peccato il numero di meteoriti non è stato elevato, solo 4. Speriamo meglio la prossima volta. Voglio diventare una cacciatrice di meteoriti a tutti gli effetti! Comunque detto ciò adesso mi metto a lavorare prima un po’ a NWA 6583, prima che arrivino Luigi e Maurizio e poi a un campione tal quale di Elephant Moraine allo scopo di cercare micrometeoriti.

DSCN0371 I postumi di una giornata di sole… naso e guanciotte bruciacchiate nonostante le tonnellate di crema.

Finalmente i pinguini!

14/12/2012 ore 7:35

Settimana caratterizzata dal brutto tempo. Zero uscite. Un po’ di fiacchezza generalizzata. Se uno sapesse che il suo scopo è stare in base a leggere e scrivere, allora sarebbe diverso. Ma quando sai che il tuo scopo è andare sul plateau a cercare meteoriti, la base inizia a starti stretta. Meno male io sto cercando di fare sport o comunque una passeggiata tutti i giorni. Se no veramente si rischia l’abbrutimento.

Siamo usciti solo 2 ore, grazie ai geologi, che ci hanno portato alla pinguinaia Adelia ad Inespressible Island . Abbiamo così finalmente ammirato queste strane e bizzarre creature che sembrano parecchio goffe per l’ambiente in cui vivono. Piccole e panciute, zampe minuscole. Sono comunque molto tenerosi, anche se infondo sono uccelli e io non amo gli uccelli!! Alla pinguinaia (immensa) c’era un forte odore di guano (simile ahimè al guano degli ignobili piccioni, i miei peggiori nemici). La maggior parte delle pinguine covava, mente i pinguini facevano loro la sorveglianza e/o cercavano sassetti per ultimare il loro nido. Sono degli animali litigiosi. Due coppie si sono messe a inveire l’una contro l’altra, chissà che affari interni avevano, so solo che hanno litigato pesantemente per 10 minuti. Non si sono curati minimamente della nostra presenza e hanno continuato a svolgere la loro vita come se nulla fosse, a me è sembrato quasi di invadere la loro vita, il loro mondo.

P1100498 P1100460 Leggi il resto di questa voce

Problemi in vista

11/12/2012 ore 7:43

Buongiorno, prima di dedicarmi all’attività del giorno, scrivere la discussione di NWA6583 (lo shock è stato accantonato per il momento prima devo finire NWA) scrivo due parole su ieri. Credo che i problemi di salute del pilota, il twin otter, l’elicottero chiesto in prestito dalla base neozelandese abbiano scaldato un po’ gli animi di tutti. E’ saltata fuori anche l’ipotesi di non fare il campo o di non smantellare il Jackman e andare li… Ieri Luigi era abbastanza scocciato e arrabbiato. Io ho deciso che avevo bisogno di fare altro e mi sono isolata per due ore per studiare.

Foto by Bruno Eccomi ritratta in una foto di Bruno (capo della sala operativa) nelle mie due ore di isolamento.

Leggi il resto di questa voce

Record di meteoriti

10/12/12 ore 7:47

Ieri è stata una giornata fantastica dal punto di vista della raccolta delle meteoriti. Abbiamo portato a casa un totale di 30 meteoriti. Mi dispiace veramente tanto aver per l’aver contribuito poco a questo totale, infatti ho trovato solo 3 meteoriti. Tra le altre cose ho rotto anche i miei nuovi occhiali Julbo, che adesso sono nelle mani di Luciano, con la speranza che riesca a fare un buon lavoro.9 dic 1 Eccomi sull’elicottero9 dic 4I vantaggi di sedersi in prima fila ;). Leggi il resto di questa voce

Tempo in peggioramento

6/12/2012 ore 22:17

Sto rallentando i miei contributi al diario, ma andando a cena tardi, due chiacchiere dopo, qualcosa di lasciato in sospeso, mail e telefonate ed è già ora di andare a letto.

Leggi il resto di questa voce

Una giornata quasi tranquilla

04/12/2012 ore 23:40

Oggi è stata una giornata di vita da laboratorio e di vista casalinga (ho pulito il bagno), arricchita da un’emergenza aerea e dal ping-pong.

Leggi il resto di questa voce

La mia prima meteorite

2/12/12 22:01

Oggi è stata per me una giornata fantastica: ho trovato la mia prima meteorite! E’ stata un’emozione fortissima mi sono perfino commossa! Ma prima di arrivare alla giornata di oggi partiamo da quella di ieri.

Leggi il resto di questa voce

Il ritrovamento delle prime micrometeoriti

1/12/12  7:41

Ieri mi sono dimenticata di scrivere il diario. E’ stata una giornata molto piena anche se non siamo andati in campagna. Infatti abbiamo lavato, vagliato, asciugato, rivagliato e riestratto magneticamente il campione estratto magneticamente in campagna. Poi abbiamo iniziato a lavare le buste le prime delle 10 buste raccolte ieri. Le micrometeoriti ci sono!

Leggi il resto di questa voce

Prima escursione: Miller Butte

29/11/12 ore 21:05

L’escursione che avevamo richiesto per oggi non era stata accettata, ma il cattivo tempo ci ha assistito. Infatti, le escursioni che erano state programmate per oggi sono state rinviate buono causa cattivo tempo, ma dove dovevamo andare noi il tempo era buono quindi abbiamo subito accettato il piano B: Miller Butte (quota 2659 m, circa -20°C).

Leggi il resto di questa voce

Le prime 24 ore in Base

28/11/12 ore 21:41

Bene sono trascorse le prime 24 ore in base. Abbiamo iniziato a familiarizzare con i luoghi e con gli addetti alla logistica.

P1100155Tra tutti i luoghi della base sicuramente il b

ar è uno dei più frequentati 😉

Leggi il resto di questa voce