Archivi Blog

Tutte le meteoriti del 2016

Anche se Agnesearth si è fermato per un anno, le meteoriti sono cadute lo stesso. Quest’anno è stato particolarmente ricco: 9 meteoriti viste cadere e recuperate e una probabile. Sono tutte condriti ordinarie, anche se solo 5 sono state già ufficialmente classificate.

24 Gennaio, 2016 – Osceola (condrite ordinaria L6). Florida, USA.
6 Febbraio, 2016 – Ejby (condrite ordinaria H5/6). Danimarca.
18 Febbraio, 2016 – Mount Blanco (condrite ordinaria L5). Texas, USA.
6 Marzo, 2016 – Stubenberg (condrite ordinaria LL6). Germania/Austria.
2 Giugno, 2016 – “White Mountains” (unon ancora classificata, probabilmente condrite ordinaria, nome provvisorio). Arizona, USA.
28 Giugno, 2016 – “Muang” (non ancora classificata, probabilmente condrite ordinaria, nome provvisorio). Thailand.
26 Agosto, 2016 – Banma (condrite ordinaria L5). Cina.
9 Settembre, 2016 – “North Carolina” (probabile, non ancora recuperata). North Carolina/Virginia, USA.
31 Ottobre, 2016 – “Morawa” (non ancora classificata, probabilmente condrite ordinaria, nome provvisorio). Australia.
20 Novembre, 2016 – “Aiquile” (non ancora classificata, probabilmente condrite ordinaria, nome provvisorio). Bolivia.

[Fonte: http://www.galactic-stone.com/pages/falls; elenco aggiornato al 31.12.16].

Per i più cusiosi, cliccando sui nomi delle meteoriti classificate si aprirà la corrispondente pagina del bollettino delle meteoriti. In questo modo potrete leggere per ognuna un breve storia sul ritrovamento e una descrizione più dettagliata.

Una delle meteoriti del 2016 ha per me un valore speciale. Mi infatti regalato un lungo fine settimana di camminate tra i campi e boschi nella bassa Baviera a confine con l’Austria, ma questa è un’altra storia e per leggere il resoconto di quella passeggiata dovrete aspettare gennaio.

Tantissimi auguri di buon anno e che il 2017 porti a tutti soddisfazioni, serenità, salute, felicità e perché no anche tante meteoriti.

Annunci

Agnesearth ritorna!

Nel 2015 ho scritto poco e spesso ho promesso di scrivere di più. Poi è arrivato il 2016 e lavoro, corso di tedesco e palestra, necessaria per cercare di limitare i “danni” della cucina della mensa, mi hanno allontanata da questo mio piccolo blog, che però mi ha dato e spero continuerà a darmi tante soddisfazioni.

Nonostante per un anno non abbia pubblicato niente, ho continuato a rispondere alle diverse decine di email riguardanti probabili meteoriti. Purtroppo ancora niente di buono: solo tantissime scorie. Speriamo che il 2017 porti anche una meteorite targata Agnesearth.

Il 2016 è stato un anno bello, ricco di cambiamenti e a volte un po’ in salita. Ho imparato tanto, ma per me non è mai abbastanza. Ogni volta che imparo qualcosa scopro che ci sono altre migliaia di cose che non so fare. Lo so, sono sempre troppo pessimista e a volte fatico a vedere il buono e il bello delle cose che faccio e che ho fatto.

Vivo sempre a Jena, in Germania. Una città universitaria di 100mila abitanti. E’ un po’ isolata, ma tutto sommato non mi ha impedito di viaggire molto durante quest’anno. Non parlerò mai come un madrelingua, ma rispetto allo scorso anno riesco a conversare del più e del meno senza grossi problemi. Al momento sto seguendo un corso tra il B1 e il B2. Più tedesco imparo, più realizzo che il mio inglese peggiora, ad ogni modo parlo quasi ogni giorno 3 lingue, un po’ di confusione mi sembra quasi naturale. L’importante e non fermarsi mai!

Da aprile sono ufficialmente una “Humboldtiana”, ovvero ho una borsa di ricerca della Alexander von Humboldt Foundation. Grazie a questa borsa di ricerca, una delle più prestigiose per postdoc, ho conosciuto tantissimi giovani ricercatori e fatto esperienze uniche; come incontrare il Presidente Federale della Germania, Joachim Gauck, e un viaggio di 2000 km in 2 settimane alla scoperta della Germania e delle sue eccellenze.

Ho partecipato alla conferenza della Meteoritical Society che quest’anno era Berlino. E’ stato un grande piacere incontrare tante facce conosciute e soprattutto un mio ex capo pisano e un mio amico e compagno di ufficio dopo oltre un anno. Un’altra conferenza mi ha portato molto lontano, dove mai avevo pensato di andare: in Giappone! E’ stata una bellissima esperienza anche perchè ho avuto anche alcuni giorni per visitare Tokio. Consiglio a tutti un viaggio in Giappone. E’ veramente un posto molto diverso dalla vecchia e cara Europa. A cominciare dai bagni :D.

Il mondo alla nanoscala è bellissimo, ma molto complesso. Riesco a prepare campioni piccolissimi e sottilissimi e inizio a maneggiare il mitico TEM, microscopio elettronico a trasmissione. Uno strumento costosissimo, non immediato da usare e dalle potenzialità enormi. Nel 2017, mi auguro di diventare sempre più autonoma in laboratorio.

Per le pubblicazioni poteva andare meglio. E’ stato finalmente pubblicato l’ultimo lavoro sulla mia tesi di dottorato, ma ancora niente di quanto fatto in Germania. Purtroppo un mio articolo inviato a febbraio è ancora in revisione. In cantiere ne ho un altro e spero di vederli pubblicati entrambi entro la prima metà del prossimo anno.

Con questo breve riassunto del 2016 e di speranze per il 2017 è tutto per oggi. Nei prossimi giorni pubblicherò il post con tutte le meteoriti viste cadere nel 2016, una delle quali mi ha dato da fare o meglio da camminare per 3 giorni.

Il brusco atterraggio della prima meteorite vista cadere in Uruguay

Ogni anno vengono viste cadere e recuperate dalle 5 alle 10 meteoriti. Spesso queste notizie passano in secondo piano, perché non hanno causato danni a cose e persone. I “fall” di quest’anno sono già a 7, ma 3 non sono ancora state recuperate. L’ultima è arrivata sulla Terra giorno 18 settembre, ma la notizia e le modalità del suo brusco atterraggio sono state diffuse solo a metà di questa settimana.

Leggi il resto di questa voce

La meteorite di Barcis torna a casa: inaugurazione mostra

Ieri pomeriggio alle ore 17 a Barcis (Pordenone) è stata inaugurata la mostra: La meteorite di Barcis e sassi da altri mondi. Questa mostra è stata fortemente voluta dal Sig. Umberto Repetti, fondatore e presidente dell’associazione Meteoriti Italia ed stata accolta positivamente e con grande entusiasmo da tutte le istituzioni, gli enti e le associazioni che cooperano in questo territorio. La collaborazione tra tutte le realtà del territorio ha fatto si che la giornata di ieri sia stata un grande successo. Mi complimento con tutti gli organizzatori e i collaboratori di questa mostra. Io ero presente alla mostra in qualità di amica e sostenitrice dell’associazione Meteoriti Italia. Ho trovato la mostra molto bella, chiara, completa e ben organizzata.

Leggi il resto di questa voce

La meteorite del mio compleanno

Una settimana fa festeggiavo il mio compleanno, anche qui su Agnesearth. Una settimana fa contemporaneamente ai miei festeggiamenti una nuova meteorite decideva di fare della Terra la sua nuova casa. Una sorta di regalo di compleanno!

Leggi il resto di questa voce

Va per cercare una perdita d’acqua e trova una meteorite

Pensava si fosse rotto un tubo dell’acqua il signor Steinar Engh (69 anni) quando notò delle stalattiti di ghiaccio che scendevano dal tetto della terrazza della sua abitazione di Olso lo scorso 6 febbraio. Irritato per l’accaduto salì le scale per controllare la perdita d’acqua… ma arrivato al piano di sopra non trovò nessuna perdita d’acqua, nessun tubo rotto, ma una roccia scura: una METEORITE!

olso 2 copy

Leggi il resto di questa voce

Come si riconosce una meteorite?

Oggi vi elenco una serie di caratteristiche per riconoscere una meteo-right o meteo-wrong (gioco di parole inglese per distinguere una meteorite “giusta” da un oggetto che si ipotizza essere una meteorite ma che nella realtà non lo è, quindi è una  meteorite “sbagliata”).

Leggi il resto di questa voce

Meteoriti, meteoroidi & meteore

Le protagoniste di questo blog sono le meteoriti e credo che ve ne siete pure accorti ;).
Ma cosa sono le meteoriti? E che differenze ci sono tra le meteoriti, i meteoroidi e le meteore?

Leggi il resto di questa voce